22/10/13

Timbri e Stencil fai da te col riciclo Patterns mixed media

Nei vari video e tutorial di art journal e mixed media che si vedono sul web si nota la varietà di timbri e stencil usati dalle artiste. Se cercate "patterns mixed media" su google vedrete cosa intendo.
Andando alla ricerca per gli acquisti ho scoperto che comprare tutto ciò che serve è davvero una grossa spesa.
Ho messo in moto il cervello per avere gli stessi effetti senza spendere un soldo e ho pensato di condividerlo con voi sperando di essere d'aiuto a chi non ha molte possibilità economiche in questo periodo di crisi e perchè no, divertirsi e avere più soddisfazione a creare che a comprare e ritrovarsi la pappa pronta...

Come creare timbri senza spendere un soldo?
Semplicemente basterà recuperare ciò che avete in casa come tappi di sughero, tappi in genere per fare dei cerchi, retine porta-patate per fare il fondo effetto reticolato, polistirolo, corda o filo di lana e cartone per creare disegni col filo incollarlo sul cartone e renderlo poco assorbente.


Come creare stencil senza spendere un soldo?
Per gli stencil la cosa si fa più complicata perchè tocca ritagliare col bisturi il disegno e spesso non sono regolari usando i fogli di acetato, per ovviare aquesto si può usare un saldatore con punta fine, ma evitate quelli cinesi poco affidabili e molto pericolosi!


Io uso tanto la plastica delle scatole da armadio "spellandoli" quando si rompono, ovviamente riciclo anche il cartone e i bottoni a pressione.



Questa plastica è molto sottile e con un bisturi ben affilato e tanta pazienza si possono creare disegni molto complessi da ritagliare.
Nelle fotografie, alcuni timbri e stencil creati da me, noterete la plastica bianca col gufetto e le rondini i fiori e le geometrie, qualche scritta.

Noterete anche dei pezzettini di polistirolo e anche in questo caso il saldatore è di grande aiuto.
E' famosissima poi la plastica per imballaggio con le sue magnifiche bolle per fare timbri perfetti per i pois.


 Insomma non c'è fine alla fantasia, basta sperimentare e se qualcosa non va ricordatevi che ciò che utilizzate è già destinato al secchio dell'immondizia!

Questa è una pagina del mio art journal dove potete osservare l'utilizzo dei timbri e degli stencil che ho postato in alto. La sagoma ripetuta la scritta pop e i cerchi che il caso ha voluto formassero anche degli smile!


Pin It

21/10/13

Composizione d'arte, come collocare il soggetto principale.

Comporre significa disporre linee, forme e colori in modo sensato e ragionato tale, da poter raccontare, esprimere e comunicare il pensiero e le emozioni.
Matisse scriveva: "La composizione è l'arte di sistemare in modo decorativo i diversi elementi che il pittore ha a disposizione per esprimere i suoi sentimenti".
Ogni composizione può essere pensata come uno spazio suddivisibile nel quale inserire i vari elementi: Una forma grande o piccola,  posta a destra o a sinistra, determina il significato  e l'espressività dell'opera.
Una composizione piacevole si ha quando le forme e i colori sono organizzati in modo tale che ci sia equilibrio. Ottenere una composizione equilibrata è più impegnativo di quel che si crede poichè se qualcosa è fuori posto o sbagliata, chi la guarda rimane confuso oppure disinteressato.
L'errore più comune per rendere sgradevole una composizione e quello di posizionare il punto focale proprio nel centro. Ricordarsi che solitamente si legge da sinistra a destra scegliere quindi la sinistra come punto focale o indicatore di direzione, quando si vuole dare maggiore importanza al soggetto (che viene prima e non al centro dell'opera), ricordare sempre che il soggetto principale deve avere maggiori dimensioni rispetto alle forme o agli oggetti circostanti.
Un altro errore è quello di dividere "lo spazio" in due metà esattamente uguali (specie per la linea di orizzonte riferita ad un paesaggio)
Durante una composizione è consigliato utilizzare un numero "dispari" di elementi, mai utilizzare due oggetti o forme uguali, ma sempre 3,5,7 ecc.
Creare sempre una distanza diversa per ogni forma, cioè non mettere in fila a formare reticoli o linee che disturbano l'equilibrio, ma dare varietà agli spazi. Si possono comunque sovrapporre le forme.
Il punto focale è l'elemento principale che deve attirare l'attenzione dell'osservatore, tutti gli altri elementi devono solo contribuire a guidare l'occhio proprio sul punto focale, questo effetto si può ottenere anche disponendo oggetti molto vicini (o sovrapposti) per dare più peso o volume al soggetto principale.
Oltre la forma in pittura usate il colore per creare il punto focale. Per esempio: Se abbiamo un base blu distinguete il punto focale con l'arancio. se invece non usiamo il colore ricordiamo che il punto focale verrà messo in evidenza dalla luce (o luminosità).
Riguardo al colore di fondo della composizione, ricordarsi sempre di usare o dei toni freddi (blu verde) oppure dei toni caldi (rosso giallo), se si voglio mischiare prestare attenzione a far prevalere di più un tono che un altro. Importante è la luminosità delle forme o dei soggetti perchè se nell'opera troviamo uniformità di luci o di scuro diventa tutto noioso e monotono

Vi mostro la composizione di una pagina di art jouurnal, che racconta le mie emozioni di una giornata al museo e il mio pensiero sul passato e il futuro e di come nell'antichità si potessero costruire monumenti così imponenti solo con le mani e senza macchine e tecnologia.

.
Quello che salta agli occhi da sinistra è la città per ricordare dove ho composto l'opera, il titolo, la data e la parola storia. Una donna Italiana dato che io sono Italiana e anche io sono il soggetto principale.
Sulla destra un paesaggio futurista con una navicella spaziale e infine il tempo in basso a destra come per girare ancora le pagine...
La tecnica usata è collage su fondo di pittura acrilico e gesso.

C'è chi nasce già con la dote "talento innato" o "fattore x" e ha la capacità di comporre senza pensare e ottenere i giusti equilibri e chi deve studiare ed esercitarsi prima di raggiungere il giusto connubbio tra espressione, forma, colori  ed emozioni.
Io di solito lavoro di getto e spesso non penso alla teoria di base, se dovessi pensare troppo non farei nulla, sarei presa dal Panico della tela bianca :D!
Morale della favola?
Divertitevi e sperimentate magari con qualche dritta in più estrapolata da questo tutorial.
Un abbraccio e tanta felicità!

Pin It

13/10/13

BLOG ISTRUZIONI ARTE miglior risorsa on line

BLOG ISTRUZIONI ARTE  miglior risorsa on line, ovviamente in inglese, tanti tutorial curati e ben spiegati con tante foto grafie passo passo.
Cari amici che passate il tempo a creare pasticciare tra clori e carta timbri e stencil, ho qui l' indirizzo di un sito web molto interessante anzi forse unico nel suo genere, BLOG ISTRUZIONI ARTE
Questo è il titolo tradotto e dopo aver cliccato scoprirete un mondo nuovo!
La traduzione copiata e incollata dal sito è la seguente:
....la miglior risorsa online per le lezioni di arte libera. Le nostre lezioni coprono una varietà di mezzi diversi tra cui la pittura a olio , pittura acrilica , pittura ad acquerello , pastelli e molto altro!
Questo è il nome del blog  ART INSTRUCTION BLOG.
Passando sulla voce nella barra delle pagine, trovate  "Lesson by Medium"  tradotto "Lezioni di mezzo", che è un elenco di tutorial molto vasto : Disegno, pittura, artigianato,mixed media, collage, digital art, fotografia, scultura. 
Su queste voci trovere le varie lezioni del disegno come l'uso delle matite e dei colori a matita,l'uso dell'inchiostro "ink" per art journal ecc.. ma soprattutto trovate i tutrial del  MIXED MEDIA che è la parte fondamentale per chi vuole trovare aiuto e spunti su le varie tecniche per creare art journal o sketchbook, troverete anche tante spiegazioni utili sull'utilizzo di colori acrilici,  inchiostri colorati, spay, stencil, timbri e le tecniche di "distress ink" o l'utilizzo dei "pan pastel". 
Nella pagina "Lesson by Subject" cioè "Lezioni di oggetto" , imparerete come disegnare e dipingere un viso, il corpo umano, i fiori, i paesaggi, i ritratti, i cartoni animati, imparerete la teoria del colore e la prospettiva, come comporre un'opera visiva.
Insomma è davvero il mioglior sito web di tutorial sull'arte. Spero vi sia utile. 
Un abbraccio e tanta arte a tutti!


Pin It

12/10/13

Ritratti Portraits Disegno colori matita su carta Video su You Tube

Eccomi qui dopo tanto tempo a postarvi un video da you tube del mio "lavoro" di disegno e colori a matita su carta delle mie Dolls. In genere vengono chiamati ritratti o portraits in inglese. Non sono veri e propri ritratti, nascono dalla mia fantasia. Le trovo dolcissime e molto espressive, ma si sa ogni scarrafone è bello a mamma soia :D
Questi disegni sono nati circa tre anni fa e ancora oggi ne ho tantissimi da fotografare e postare. E' una passione che ho da quando ero piccola e disegnavo principesse e ancora oggi dopo 35 anni disegno bambole, ma ho unito anche la mia passione per i cartoni manga con gli occhioni grandi e dolcissimi, ho unito anche la passione per il collage e mixed media che quanto prima posterò. Ho ricreato un art journal o meglio uno skecthbook di bambole!
Spero di gradimento...............A presto e buona visione.




Pin It

22/05/13

Come fare il gesso per la base della pittura

Tutorial:   Come fare il gesso per la base della pittura?

Esiste in commercio il gesso acrilico già pronto che costa dagli 8,00 euro ai 20,00 euro.
Io amo evitare spese esagerate e riciclare quanto possibile.
Occupandomi di restauro e doratura spesso do il fondo per l'oro preparando il supporto con stucco, ma non lo stucco per murature, uso colla di coniglio in granuli sciolta a bagnomaria e gesso di bologna.
Sono materiali costosi e a volte non reperibili dietro l'angolo, quindi li uso in base all'oggetto che devo restaurare e al suo valore di mercato.
Per le tecniche miste dove inserisco fondi di gesso sia quando dipingo su carta, legno o su tela, anche se uso il collage per rendere la carta più robusta a sostenere le parti che incollerò.
Il gesso è particolarmente usato nei miei lavori per dare la tessitura al fondo e cioè effetti in rilievo simpatici che danno alla pittura un aspetto più interessante.
Se proprio non volete spendere acquistando gesso di bologna e colla animale, "che per trovarli tocca vivere in centro città o ritirare dal web",  potete optare per stucco in polvere 1kg costa 1,50 euro e la colla vinilica 1kg costa da 4,00 a 8,00 euro dipende dai firnitori.
Il gesso di fondo in termini tecnici si chiama imprimitura del supporto.

Quali sono le dosi per fare il gesso?
Io ormai uso il gesso da 12 anni e le dosi le faccio a occhio, ma di solito consiglio 1 parte di gesso e 1 terzo di colla. Ad esempio su 3 cucchiai di gesso metto circa 2 cucchiai di colla. Poi aggiungo l'acqua quanto basta scegliendo quale consistenza mi occorre cioè meno acqua più denso e viceversa.

In ogni caso divertitevi a mescolare e sperimentare e se volete dare ancora più tessitura ai vostri supporti per dipingere potete graffiare a fresco il gesso, aggiungere e incastrare glitter perline nastri , tutto quello che vi viene in mente...
Consiglio, se il colore del gesso tende al grigio aggiungete colore bianco acrilico oppure dopo l'asciugatura del fondo una mano di bianco titanio acrilico il più brillante dei bianchi!
Passare sempre il bianco o il colore che volete dare al fondo se avete già deciso quale colore usare potete mescolare insieme al gesso durante la preparazione.
Io amo l'acquerello su gesso e la sua opacità, ma i gusti son gusti...
Sperimentare è meglio che parlare..Buon divertimento.

Ps se avete altri consigli aiutateci a migliorare.
Tanta felicità e tanta arte a tutti.
Baci a presto.


Pin It

21/05/13

Cosa fare in caso di mancato pagamento su commissione di un opera d'arte

Forse sono sfortunata o forse è ormai routine per tanti, ma a me è capitato spesso di rimanere con un'opera d'arte commissionata e mai pagata.
Così ho deciso di scrivere questo post sia per dare che per ricevere consigli su
 Cosa fare in caso di mancato pagamento su commissione di un opera d'arte?
Il problema più grande quando si fa un lavoro su commissione è spesso fidarsi del committente.
Quante volte vi capita di fare un lavoro, finirlo, contattare il committente che prende tempo per pagarvi?
Voi avevate fatto tanti progetti su quei soldi che non vedrete per un bel po' di tempo o probabilmente non vedrete più!
Cosa fare? Arrabbiarsi è sicuramente il modo peggiore per affrontare il discorso.

E' benedopo aver valutato i costi del materiale e il tempo per realizzare, l'opera o il restauro di un'opera, firmare una clausola privata con la richiesta di acconto per il materiale da acquistare e l'cconto sulla commissione con saldo a consegna. Chiedere un acconto è già meglio di non ricevere nulla.
Nella clausola, aggiungere un limite di tempo di un mese, in modo che se il pagamento viene rimandato, trascorso un mese e mancato ancora il pagamento,  l'opera diventa propria, cioè si trattiene e si può anche rivendere per recuperare il denaro.
I committenti che non pagano non si fanno più nè vedere nè sentire esistono, magari,  per sicurezza, aspettare un altro mese e poi mettere in vendita l'oggetto.
Spesso le persone sono in buona fede e vogliono restaurare o avere un'opera, ma poi si pentono o non ne capiscono nemmeno il valore e a volte è vero che hanno delle spese che ritengono più importanti, però quando parli del tuo lavoro e di ciò che ti spetta, quasi ti danno la colpa di chiedere i soldi senza diritto, come se il tuo lavoro valesse meno che altro.
In aggiunta, la burocrazia non aiuta specie in Italia dove se sei un lavoratore onesto vai in galera se sei disonesto sei un genio, questo però è un altro discorso che affronterò più avanti.
Cosa fare allora in caso di mancato pagamento dopo tanto tempo impegnato e speso a lavorare sull'opera?
Ci sono vari modi per prevenire ed evitare un mancato pagamento su commissione:
Prima cosa, concedere qualche giorno di tempo al committente chierendo il fatto che il lavoro va pagato e mettere in chiaro che se non pagherà l'opera entro il tempo prestabilito, trattieni l'opera e la vendi per recuperare il costo,
Ricordare quindi al cliente che egli stesso ha firmato la clausola quando ha accettato di commissionarvi il lavoro.
Seconda cosa, dare un "peso" al committente facendolo sentire in colpa perchè a causa sua dovrete aspettare del tempo per effettuare dei pagamenti su cui confidavate, dato che lui avrebbe saldato il suo debito come stabilito in accordo. Spesso funziona spesso no, specie se si è difronte a un tipo che fa debiti ovunque.
Terza cosa e miglior modo è chiedere il denaro in anticipo spiegando che, per colpa di gente poco attendibile, hai perso tanto tempo e denaro liquido utile a vivere una vita dignitosa e che sei costretto a usare questo metodo di pagamento in anticipo anche se sai che la persona con cui stai parlando ha piena fiducia da parte tua, ma dopo tante "fregature" lavori soltanto con pagamento anticipato.
Questa è la soluzione migliore:
Insistere e farsi pagare in anticipo o rifiutare, forse ci risparmierebbe tanta fatica e tante umiliazioni!
Che ne pensate?
Lasciate le vostre opinioni specie se avete avuto le stesse esperienze.

Pin It

Arte. Un nuovo video

Arte un nuovo video dei miei lavori su youtube, trovate pittura, mixed media, disegni.
 E' un altro assaggio delle mie creazioni recenti e non.
 Buona visione


video

Pin It

13/05/13

Mixed Media Vintage Foto ispirazione

Ieri avevo postato una foto presa dal web che ho disegnato su carta vera di  uno spartito musicale e ne ho ricavato una fantastica idea per realizzare un quadro vintage con la tecnica mixed media e con la tecnica del collage.
 Lo spartito musicale è preso dal mio libro delle scuole medie, quando studiavo solfeggio e flauto dolce.

 Il fondo è gesso dipinto con colori acrilici.
Le chiavi le ho create con un cartoncino le ho disegnate dipinte e ritagliate.
I fiori che intravedete in alto, sono realizzati con la tecnica del trasferimento da foto di giornale.

Ho poi invecchiato il tutto per dare un'aria vissuta appunto vintage ed ecco qui il risultato

 
Vintage mixed media


  Bellissima vero' Ho anche fatto una foto in particolare del viso. Da notare anche la foglia in oro falso quà e là per dare un tocco di luce.

Vintage mixed media
 Vi posto la foto da cui ho preso ispirazione.


Pin It


Baci a presto e tanta felicità per le vosre creazioni.

12/05/13

Creare Mixed Media Impulso irrefrenabile!

Ogni giorno tutti i giorni non resisto, devo creare e creare con ogni pezzetto di carta anche quello che resta dei ritagli.
 Mixed media o pittura o collage pagina di art journal, book disegni o insomma quello che vi pare, non conta il nome o catalogare conta che vi divertiate e siate liberi!!!
Meno penso meglio è...Sono libera, inizio da una idea oppure nemmeno ce l'ho l'idea, ma parto scelgo tre colori, un supporto, gesso, colla e via.
Ultimamente utilizzo foto sul web per scegliere le posizioni delle modelle che mi ispirano e cerco di fare un ritratto con penna, al volo, poi lo riporto sul supporto con la grafite o matita. Faccio questo passaggio, perchè i bozzetti a penna li raccolgo in un quaderno per altre idee.. Poi cerco tra disegni e immagini di google ad esempio gabbie, gatti- uccelli, manichini e faccio il solito veloce bozzetto a penna e metto da parte nel mio "quaderno penna".


Questa è la foto sul web


Oggi non ho voglia di modificare marcare la foto del mio lavoro finito, lo farò in seguito.
 Intanto se vi ispira DISEGNATE non stampate!!!Questo soggetto e inseritelo in un contesto vintage, potrebbe essere un buon esercizio...
Baci e alla prossima!

Pin It

27/04/13

Art Journal junk-issimo!

Qualche pagina di uno dei miei art journal di fogli A4 rilegati a mano. I primi esperimenti di collage e di timbri costruiti con semplice polistirolo. Gli stencil realizzati con il cutter, ma non ho usato fogli di acetato, bensi la plastica usata per foderare le scatole coi bottoni a pressione, quelle che si usano come portabiancheria negli armadi, l'idea mii è venuta perchè stavo facendo il cambio di stagione come ogni anno e vivendo in 28 mq di casa dovevo sfruttare ogni spazio nella cabina armadio! Disegnare e ritagliare la plastica morbida era più facile dell'acetato così rigido. ovviamente pittura e disegno sono la base.



Art Journal Mad World
I ricordi di quel periodo sono abbastanza felici poichè sperimentavo tante idee e tecniche ed ero molto libera nell'espressione delle mie emozioni. Non pensavo a nulla avevo solo voglia di creare tutto quello che avevo in testa. La cosa più interessante era capire e costruire gli oggetti utili e fare un collage con ciò che potevo reperire in casa senza ovviamente acquistare quasi nulla. Ho utilizzato gesso in polvere unito ad acqua e colla sintetica per rendere le pagine di grammatura 110 più robuste, in alcuni casi incollavo 2 pagine e poi passavo il gesso oppure ritagliavo tante strisce di carta realizzando un effetto geometrico in rilievo come tessitura. 

Art Journal copertina Oro

I colori acrilici molto diluiti effetto acquerello oppure a corpo in relazione agli effetti che volevo dare al fondo. Carta stagnola per dare un tocco di metallo, oppure riempivo un foglio a4 di colore acrilico argento oppure oro.
Art journal sploff love
Art journal smoking


Pennarelli acrilici indelebili colore bianco per sottolineare qualche particolare o scrivere. In questo caso della foto in alto, anche le lettere sono timbri fatti col polistirolo su carta e ogni lettera è ritagliata e incollata.

I materiali sono davvero molto poveri, ma la sfida era grande e mi rendeva ricca di idee! La soddisfazione è sicuramente maggiore di quando si può comprare tutto già confezionato! Non provo gusto nell'acquisto, ma sono felice quando progetto e costruisco riutilizzando oggetti che altrimenti andrebbero buttati e sprecati...
Nell pagina Art Junk Mixed media c'è il video completo di alcune pagine di 2 art journal esperimenti. ^_^



Art journal Pop


 Lasciate commenti e scrivetemi se avete domande sarò lieta di rispondere. Pinnate con Pin It se vi va. Grazie a presto

Pin It

19/04/13

Artista a lavoro. Riciclare carrello spesa rotto

Mesi fa sono andata a fare la spesa col carrello, ma all'improvviso si è rotto in due punti : Le ruote e anche il sacco, probabilmente era stato il sole estivo a deteriorare la stoffa .  A quel punto (o meglio) arrivata a casa alla meno peggio, ho pensato : Cosa posso farne e invece di buttarlo trasformarlo in un oggetto utile?
Ho pensato che mi mancava un porta biancheria per i panni sporchi, anche se già ne avevo uno, ma questo, sarebbe stato simpatico e diverso dal solito. In alternativa si poteva utilizzare anche come contenitore
generico da sistemare ovunque in casa. Ecco il tutorial.

Artista del riciclo al lavoro:
Ho smontato la parte in acciaio dal sacco, ho riparato lo strappo con colla per tessuti e una toppa e poi ho dato una mano di gesso unito a colla, la cosìdetta  mestica dei pittori.
Ecco però la nuova tragedia cioè, davanti al sacco del carrello ormai diventata tela bianca, vado in crisi. guardando e riguardando ho avuto una visione.
Siccome la parte superiore formava come un ciuffo di capelli , sembrava un frangia gigante stile manga.
    Idea!  
Sarà una bambola dipinta con occhi dolci e giganteschi. 
   
Si chiama Scrap Art Junk Doll è una delle mie doll's giganti e ancora è.. l'unica a dire il vero, le altre sono in ben 3 art journal doll's esclusivamente dedicati alle bambole che prossimamente posterò.


PeintDollBoxSpesa
Carina vero? Ora si trova nell'ingresso di casa, dentro c'è...Un segreto  :D
Pin It

18/04/13

Scrapbook e riciclo come fare un porta biglietti senza spendere un soldo

Cosa fare con le scatole dei biscotti o delle merendine? Oppure fogli A4 di documenti vecchi? Ci sono poi i rotoli della carta igienica o dello scottex e quel bel cartoncino che rimane quando finisce. Perchè buttare la carta e non riciclare? Così pensando ho creato lo scrapbooking del riciclo. Il cartoncino delle merendine è perfetto, quello dei biscotti va bene per le copertine perchè è più rigido. Per la carta decorata è semplice fogli A4 da buttare colorati con acrilici o acquerello ecc. qui di seguito vedrete qualche foto d'assaggio che ho elaborato da poco. I lavori sono finiti già da un anno, non ho ancora fatto i tutorial, ma per i prossimi scrapbook junk che sto creando avrò modo di inserire i tutorial. Intanto vi spiego solo con le parole come fare uno scrapbook senza spendere un soldo.

PORTA BIGLIETTI DA VISITA
Occorrente:
Rotoli di cartoncino della carta igienica quando finisce conservatene almeno 3, ne potrete aggiungere altri in seguito.
Nastro colorato. Colla. Forbici. Punzonatrice.
Fogli di carta da regalo o colorate voi usate la fantasia usate anche i timbri o tutto ciò che vi viene in mente. Colla. Forbici.
Abbellimenti vari come bottoni o altro potete crearli voi stessi titagliando cartoncino o infilando perline.

Non avendo il video tutorial o fotografico vi spiego: Schiacciate appiattite i rotoli di cartoncino. Incollate la carta ritagliando i lati ed eventuali eccessi. Con la punzonatrice praticate 2 fori ad un lato (quello più corto) dei cartoncini. Rilegate passando nei fori del nastro colorato. abbellite incollando ciò che vi pare. Spero di aver dato una buona spiegazione. usate la fantasia senza limiti.

 Ah dimenticavo potete inserire  biglietti da visita nelle tasche oppure createli voi come ho fatto io.

Recycle Paper Toilette


Scrapbook minialbum riciclo paper toilette

Scrapbook minialbum riciclo particolare fototessera


 se vi piace potete pinnare col bottone Pinterest
  :D   grazie da Scrap Art junk

Pin It